La Torre al Castello della Rancia…

 

pop sophia

Dal 28 al 30 agosto torna la terza edizione del primo festival italiano dedicato alla Filosofia dell’Umorismo organizzato da Popsophia in collaborazione con la Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte di Tolentino. Intellettuali e artisti di fama internazionale portano al Castello della Rancia il dibattito culturale sulla capacità tutta umana del riso attraverso l’analisi dei prodotti culturali di massa dalla sit-com ai film, dai social network alle canzonette. Il Castello diventa un laboratorio creativo con mostre, spettacoli, dibattiti e concerti dal vivo.

Lucrezia Ercoli
Direttrice Artistica Popsophia

Io sarò ospite del Festival venerdì 28 agosto alle ore19,30 in un incontro dal titolo Giorgio Gaber l’ultimo sileno, che ricalca il titolo dell’omonimo saggio che qualche anno fa dedicai a chi aveva così profondamente cambiato il mio modo di guardare il mondo. Sarà un momento per riflettere sulle radici di quel teatro canzone che ha fatto della coppia Gaber-Luporini un punto di riferimento dell’analisi e della comprensione del loro e nostro presente.

Tutte le informazioni su http://www.popsophia.it/

Il circolo Bloomsbury rivive a Chiaravalle

10952469_10152871898798380_791945000651512947_n
Giovedì 23 dalle 10 alle 12,30 rivivrà a Chiaravalle grazie alla maestra Patrizia Bugossi il prestigioso circolo Bloomsbury  all’Istituto Comprensivo Maria Montessori. Onere e onore per me interpretare la parte di Virginia Woolf, la classe diventerà per l’occasione un salotto e i bimbi che vorranno parleranno agli altri presenti del  libro preferito partendo da una frase che più li  ha colpiti. Le frasi scritte su un foglio e illustrate formeranno un manifesto a ricordo della giornata. Con la loro personale Virginia Woolf discuteranno di Un bambino a Bloomsbury…
 
 

L’Aquila Serpente

2368896976_502cbf1c1e_b

Avete mai sentito parlare dell’Aquila Serpente? Si tratta di un inquietante rettile alato che si credeva abitasse nelle gole delle Alpi Apuane e più precisamente sul Monte Procinto. Un animale avvolto nella leggenda di cui si hanno testimonianze orali solo nei racconti dei vecchi che abitano ancora l’alta Versilia ed è citata in uno stornello popolare che vi riporto di seguito.

Avete gli occhi neri e vi fan gioco,
dentro ci avete l’aquila serpente;
dentro ci avete tre fiamme di foco
che mi fanno distruggere a poco a poco
come la cera nella fiamma ardente,
e mi fanno distruggere dramma a dramma
come cera nell’ardente fiamma

Io lo trovo bellissimo… se qualcuno ne sa di più su questa mitica creatura mi raccomando si faccia vivo!

Seguire briciole invisibili…

quadrifoglio

Mai come per Il segreto dei custodi della fede vale il titolo di questo post. Potrei dire che ci sono voluti dieci anni per arrivare al 16 aprile 2015, che tutte le vie tentate finivano in vicoli ciechi, che il mondo dell’editoria è complicato, che ogni giorno escono nuovi libri, che ci vuole costanza, perseveranza, fede ed avrei comunque risposto. Ma se mi chiedete come sono arrivata a pubblicare questo libro non posso che sorridere e ripetere “seguendo briciole invisibili…” chiamatele coincidenze, combinazioni, fato, fortuna o destino, ma siate sicuri che ho tracciato la mia rotta unicamente puntando su tutto quello che non sembrava logico, razionale, conosciuto. Questo libro ha viaggiato con me per dieci lunghi anni e siamo cresciuti e cambiati insieme. Adesso deve camminare da solo ed io non posso che essere felice, impaziente e spaventata per questo, ma so anche che il bello comincia adesso… buona lettura.